Il Sogno di Ilse


Ecco il primo cammeo estratto dal lavoro concettuale "Maschere Nude". Questo brano, che porta il significativo titolo de "I giganti della montagna" si propone come pittoresco biglietto da visita e, assieme, inno cletico ai sogni, che sono del Sogno di Ilse la marca più costante e profonda.

"I giganti della montagna" si apre, non a caso, con un omaggio al fr. 1 di Saffo, il celebre Inno ad Afrodite, liberatrice dagli affanni amorosi: ed è proprio questo il punto di contatto tra la riscoperta della lirica greca arcaica e l'adesione al metateatro pirandelliano.

La Ilse del Sogno, lungi da essere un personaggio definitivo, rinchiuso nei limiti angusti di una sceneggiatura incompiuta, si precipita ne "I giganti della montagna" come sulla soglia della vita reale, ove è la sua voce (o quella che, oniricamente, potrebbe verosimilmente appartenerle) a presentare e fare vive storie, evoluzioni, sentimenti, paure. Il brano si configura come un invito diretto a percorrere la strada dell'evocazione e del sogno, un tentativo evanescente e delirante di assaporarne le venature più sensuali ed inquietanti.

Un ringraziamento particolare a Zéphire Portaits per la sua preziosa collaborazione.

Il Sogno di Ilse
http://www.ilsognodiilse.it

Audio recorded,mixed,masterized by
CASA LAVICA - Naples
living and recording studio

Video by
WALTON ZED

Dop FRANCESCO RAIA